La mia collega e amica Stella mi ha segnalato a Wiley, una casa editrice statunitense, per controllare una parte delle bozze dell’edizione 2016 di un testo scolastico di italiano per inglesi.

L’attività consisteva nel verificare che il vocabolario fosse aggiornato, ed eventualmente integrarlo con nuovi lemmi, aggiornare i capitoli in cui il termine compariva e controllare la correttezza dal punto di vista grammaticale.

Se gli americani parlano malissimo l’italiano quando sono da noi, insomma, un po’ è anche colpa mia 🙂